Primo posto Giornata Atletica

Martedì 14 maggio 2019, per la prima volta nella storia delle competizioni collegiali, si è svolta la giornata d’atletica.
I Borroatleti si sono preparati con diligenza e serietà all’evento, arrivando ad allenarsi (e a cadere, ehm ehm Ilaria) addirittura il giorno prima della gara. D’altronde si sa, le vittorie migliori, le più grandi soddisfazioni e le imprese più memorabili non sono tali se non ribaltano i pronostici.
Sulla carta sarebbero dovuti essere i classici secchioni dalla vita sedentaria e noiosa, ma sul campo... beh, sul campo signori miei, i nostri ragazzi hanno tirato fuori la grinta del Marra davanti all’ultima fetta di parmigiana della nonna.
Risultato: 2 medaglie d’oro nei 1000 metri maschili e nel salto in lungo maschile, 3 medaglie d’argento in getto del peso sia maschile che femminile e nella 4 x 100 maschile e una medaglia di bronzo nei 100 metri maschile. Tutto ciò ha portato alla vittoria nella classifica totale maschile il nostro glorioso Collegio.
Vi starete chiedendo: “Beh, ma le ragazze?”. Avete presente il discorso di prima sul ribaltare i pronostici? Ecco, loro no. Ma bando alle ciance, è il momento di invocare la Musa dei pagelloni Catullo (non sono degno, scusi) e arrivare al vostro momento preferito.

Turro: la doccia con la RedBull e i gargarismi con la Monster danno i suoi frutti. Il metà italiano, metà ecuadoregno e metà Etiope asfalta qualsiasi rivale e si toglie lo sfizio di vincere una gara, i 1000 metri, non propriamente adatta alle sue caratteristiche. Meritati i festeggiamenti due giorni dopo alla festa di Primavera.
RAGA ALTRO GIRO PER FAVORE

Jack: con la sua solita pacatezza dà l’in bocca al lupo a tutti e i 236 avversari presenti alla gara e si piazza molto bene nei 1000 metri, ma non talmente bene che io possa ricordami correttamente la posizione.
CIAO EH, VEDI DI DARE IL MASSIMO EH.

Berny: Si sveglia alle 15:58 e alle 16:06 è chino sui blocchi di ripartenza. Non ottimo nei 100 metri, ma a dire il vero nemmeno nella 4 x 100, ma sticazzi si ritrova in un testa a testa con beep beep e il secondo posto alla staffetta è anche merito suo.
MA SI CORRE IN SENSO ORARIO O ANTIORARIO?

Pigio: terzo posto ai 100 e gran falcata nella staffetta. Talmente una certezza che Daniela gli ha lasciato le chiavi della tesoreria. Per non farsi mancare nulla si fa anche 3 papere alla festa, tanto per.
“GHE PENSI MI” IN BRINDISINO COME SI DICE?

Marcio Simone: la struttura ossea delle gambe del Simone non è fatta per reggere quel tronco enorme, ma lui non lo sa e lancia bombe a mano che avrebbero potuto abbattere il muro di Berlino. Secondo posto nel getto del peso, primo nel far vedere come si flexa
OH ZIA TOCCHI FERRO?

Scala: accumula tutta la tensione dovuta all’organizzazione della festa e la scarica nei 9 secondi e 13 con cui fa i 100 metri. Considerando i polpacci che fanno provincia non mi stupirei se mi dicessero che non è il personal record.
IL POLPACCIO PIÙ VELOCE DEL WEST

- Diego Parravicini

Pubblicato in Sport

Tags: sport

tel  +39 0382 395 1

e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2015 Victrix Invicta.

dove siamo   Piazza Borromeo, 9 – Pavia

tel  +39 0382 395 1

e-mail  webmaster@alunnicollegioborromeo.it