Primo posto Giornata Atletica

Martedì 14 maggio 2019, per la prima volta nella storia delle competizioni collegiali, si è svolta la giornata d’atletica.
I Borroatleti si sono preparati con diligenza e serietà all’evento, arrivando ad allenarsi (e a cadere, ehm ehm Ilaria) addirittura il giorno prima della gara. D’altronde si sa, le vittorie migliori, le più grandi soddisfazioni e le imprese più memorabili non sono tali se non ribaltano i pronostici.
Sulla carta sarebbero dovuti essere i classici secchioni dalla vita sedentaria e noiosa, ma sul campo... beh, sul campo signori miei, i nostri ragazzi hanno tirato fuori la grinta del Marra davanti all’ultima fetta di parmigiana della nonna.
Risultato: 2 medaglie d’oro nei 1000 metri maschili e nel salto in lungo maschile, 3 medaglie d’argento in getto del peso sia maschile che femminile e nella 4 x 100 maschile e una medaglia di bronzo nei 100 metri maschile. Tutto ciò ha portato alla vittoria nella classifica totale maschile il nostro glorioso Collegio.
Vi starete chiedendo: “Beh, ma le ragazze?”. Avete presente il discorso di prima sul ribaltare i pronostici? Ecco, loro no. Ma bando alle ciance, è il momento di invocare la Musa dei pagelloni Catullo (non sono degno, scusi) e arrivare al vostro momento preferito.

Turro: la doccia con la RedBull e i gargarismi con la Monster danno i suoi frutti. Il metà italiano, metà ecuadoregno e metà Etiope asfalta qualsiasi rivale e si toglie lo sfizio di vincere una gara, i 1000 metri, non propriamente adatta alle sue caratteristiche. Meritati i festeggiamenti due giorni dopo alla festa di Primavera.
RAGA ALTRO GIRO PER FAVORE

Jack: con la sua solita pacatezza dà l’in bocca al lupo a tutti e i 236 avversari presenti alla gara e si piazza molto bene nei 1000 metri, ma non talmente bene che io possa ricordami correttamente la posizione.
CIAO EH, VEDI DI DARE IL MASSIMO EH.

Berny: Si sveglia alle 15:58 e alle 16:06 è chino sui blocchi di ripartenza. Non ottimo nei 100 metri, ma a dire il vero nemmeno nella 4 x 100, ma sticazzi si ritrova in un testa a testa con beep beep e il secondo posto alla staffetta è anche merito suo.
MA SI CORRE IN SENSO ORARIO O ANTIORARIO?

Pigio: terzo posto ai 100 e gran falcata nella staffetta. Talmente una certezza che Daniela gli ha lasciato le chiavi della tesoreria. Per non farsi mancare nulla si fa anche 3 papere alla festa, tanto per.
“GHE PENSI MI” IN BRINDISINO COME SI DICE?

Marcio Simone: la struttura ossea delle gambe del Simone non è fatta per reggere quel tronco enorme, ma lui non lo sa e lancia bombe a mano che avrebbero potuto abbattere il muro di Berlino. Secondo posto nel getto del peso, primo nel far vedere come si flexa
OH ZIA TOCCHI FERRO?

Scala: accumula tutta la tensione dovuta all’organizzazione della festa e la scarica nei 9 secondi e 13 con cui fa i 100 metri. Considerando i polpacci che fanno provincia non mi stupirei se mi dicessero che non è il personal record.
IL POLPACCIO PIÙ VELOCE DEL WEST

- Diego Parravicini

Pubblicato in Sport

Campioni di Pavia

Lunedi 6 Marzo 2017 il Borrobasket ha vinto il torneo intercollegiale di pallacanestro contro il Don Bosco, riportando a casa l'ambita coppa dopo 14 anni dall'ultima volta. La vittoria dei gialloblu ha il sapore dello scatto di reni, a testimonianza del fatto che, nonostante il vento marcio che vorrebbe buttare giù il Collegio, tra le Alme mura nessuno ha dimenicato cosa voglia dire essere borromaici. Di seguito la cronaca e il pagellone del match.

Pubblicato in Sport

Leggi tutto

Borrobasket in finale dopo 7 anni

 

Il Borrobasket vince agile nella prestigiosa semifinale del torneo intercollegiale, annichilendo una squadra di scappati di casa di cui al momento non rammento il nome (Maino). Ma che importa, dopotutto? Ecco le imprese dei nostri eroi scolpite negli annali (pagelle in ordine di voto):

 

Pubblicato in Sport

Leggi tutto

Borrobasket: esordio maiuscolo battuto il Fraccaro 57 a 48

borrobasket

L'esordio più difficile per i ragazzi del Borrobasket allenati da Marco Budassi; il Fraccaro, favorito alla vigilia, viene spazzato via dalla squadra che ci ha messo più cuore e voglia, gestendo il match dall'inizio alla fine se si esclude un avvio in sordina. Infatti, dopo una breve fase di rodaggio, i ragazzi del Borrobasket hanno carburato, rimontato i sette punti di svantaggio e infilato canestri su canestri, contenendo la potenza fisica degli avversari. È girata a meraviglia la squadra di mister Budassi, da capitan Frisone fino alle nuove leve, Gronchi, Maurogiovanni e Profico, piacevolissime sorprese di questa serata, che sapranno regalare, se questi sono gli auspici, molte soddisfazioni ai loro tifosi.
Un plauso proprio alla tifoseria del Borrobasket: una grande fetta della collegialità è accorsa a sostenere i propri compagni, e i risultati sono davanti agli occhi di tutti.

Il pagellone della serata

Pubblicato in Sport

Leggi tutto

Borrobasket: è semifinale

semifinalebasket2015 DEF

Un Borrobasket schiaccia sassi conclude il girone a punteggio pieno e accede alla semifinale, schiantando un Cardano molto fisico ma decisamente impreparato ad affrontare la corrazzata gialloblu.

Lunedì sera al CUS la cestistica borromaica ha confermato il suo stato di grazia, gestendo il match dalla contesa fino alla sirena finale ed esprimendo un gioco fisico e frizzante, regalando al pubblico anche sprazzi di vero basket-spettacolo e concedendosi solo qualche distrazione nel finale. Ottima la prestazione di tutto il collettivo di coach Francesca Rovescala,  che in assenza di Distante si siede in panchina e da buona giurista amministra la squadra con sapienza. Brillano in particolare le giocate dei fratelli Budassi: i due si trovano ad occhi chiusi, facendo girare la testa alla difesa avversaria. Micidiale l’arresto e tiro di Coppini che, sebbene ammaccato, strappa gli applausi del pubblico sugli spalti. Solita prestazione di sostanza e freddezza di Panaccio: il play di Cepagatti dirige l’orchestra gialloblu verso il primo posto nel girone come miglior prima squadra qualificata alle semifinali dell’intercollegiale. I tifosi borromaici sugli spalti hanno supportato i loro beniamini per tutta la durata del match, raggiungendoli in panchina a fine partita in un abbraccio gialloblu che dà più che mai la sensazione di un Borromeo unito e compatto. Tutto il Collegio è infatti in fibrillazione perché tra il Borrobasket e la finale, che manca da 7 anni, potrebbero esserci proprio gli inquilini dell’altro collegio, si, le merde ghisleriane.

Pubblicato in Sport

  • 1
  • 2

tel  +39 0382 395 1

e-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Copyright © 2015 Victrix Invicta.

dove siamo   Piazza Borromeo, 9 – Pavia

tel  +39 0382 395 1

e-mail  webmaster@alunnicollegioborromeo.it